Calendario Generale del Regno d’Italia Roma, 1862 Archivio amministrativo di Casa Reale, IV inventario

Calendario Generale del Regno d’Italia
Roma, 1862
Archivio amministrativo di Casa Reale,
IV inventario

Il Calendario Generale del Regno d’Italia è un periodico annuale pubblicato dal 1860 al 1943, a cura del Ministero dell’Interno ed in forma di annuario statistico-diplomatico della casa regnante. All’indomani  dell’Unità  d’Italia,  il calendario nasceva con l’esigenza di pubblicizzare la gerarchia della casa Savoia e delle nuove cariche, al l’interno dell’ordinamento regolato dalle leggi dinastiche e dallo Statuto Albertino. Analogamente all’Almanacco per il Regno delle Due Sicilie, anche il Calendario d’Italia si apriva con il calendario dell’anno, cui seguivano noti zie relative alle eclissi, alle stagioni, alle festività.
Il testo era poi suddiviso in varie parti che indi cavano rispettivamente la serie cronologica dei sovrani regnanti di Casa Savoia, i cardinali e il corpo diplomatico, l’amministrazione della Casa Reale, gli ordini cavallereschi, i ministri, i vescovi e gli arcivescovi del Regno, i prefetti del Regno, gli agenti diplomatici e i consolati al l’estero, gli alti funzionari civili, militari e di corte degli stati europei.

Nel corso del tempo il Calendario mantenne in variato il carattere e la periodicità, mentre mutarono i luoghi di pubblicazione e gli editori, in rapporto agli spostamenti della capitale del Regno d’Italia da Torino a Firenze e a Roma.

 


Annunci