Volantino di propaganda della Mostra internazionale della navigazione. Maggio-ottobre 1954 ASNa, Prefettura di Napoli, Gabinetto, III versamento, b. 1566 / 4

La prima esposizione universale venne inaugurata a Londra nel 1851; molto nota è quella di Parigi del 1889, mentre solo a partire dal 1906 ne furono organizzate anche in Italia, a cominciare da Milano. Nel 1933 le esposizioni furono suddivise in Universali e Internazionali. Tra queste ultime rientra quella organizzata a Napoli nel 1954 sul tema della navigazione con interesse particolare per un settore trainante dell’economia meridionale, quello della pesca. Nell’ambito della  manifestazione particolare attenzione fu rivolta alle attrezzature per la cattura del pesce, alla fase commerciale e a quella di consumo e ai nuovi sistemi per la conservazione e l’esposizione dei prodotti ittici.

Organizzata sotto l’alto patronato della marina mercantile, l’esposizione internazionale della navigazione per la prima volta dava spazio all’importantissima branca della pesca, con una illustrazione completa che andava dalla pesca oceanica a quella dei mari chiusi come il Mediterraneo, alla pesca costiera  e a quella speciale relativa alle balene, ai tonni, ai coralli.

Tenuto conto dell’importanza ricoperta dai prodotti del mare per la vita dell’uomo e del ruolo che aveva assunto la pesca sotto il profilo tecnico, economico ed industriale, la manifestazione offriva ai pescatori un’occasione preziosa per conoscere i progressi realizzati nel campo tecnico e al tempo stesso per esporre prodotti, illustrare le tecniche raggiunte, prospettare i problemi relativi alla distribuzione, conservazione e consumo del pesce.

Presentandosi come il più grande avvenimento espositivo dell’anno, l’esposizione attirò non solo esperti del settore e uomini d’affari, ma anche comuni visitatori e turisti attratti oltre che dalla rassegna marinara, anche dalle altre manifestazioni d’arte, teatro, cinema e sport organizzata collateralmente nella Mostra d’Oltremare.

La mostra del 1954 venne organizzata nel complesso della mostra d’Oltremare per sottolineare il ruolo strategico della città Napoli nei traffici marittimi internazionali.

L’esposizione trovò conferma e riconoscimento anche presso il “Bureau International des Expositions” di Parigi che l’aveva iscritta nel piano delle grandi manifestazioni internazionali.

Giuliana Ricciardi

 

Annunci