Filed under 3. Napoli in età aragonese

Mandato di pagamento (albarano) per lavori a Castel dell’Ovo, Napoli, 31 agosto 1454 Tesoreria antica, vol. 15, cc. 263-264

Una cura particolare Alfonso dedicò agli uffici addetti alle materie finanziarie e contabili con l’istituzione nel 1445 dell’ufficio di Conservatoria Generale del Patrimonio e del Demanio regio, e con la creazione del Maestro Razionale Generale che aveva competenza su tutti i domini della Corona. Esclusivamente nel Regno di Napoli operavano la Regia Camera della Sommaria … Continua a leggere

Testamento di Alfonso I, re di Napoli Napoli, 28 giugno 1458 Cancelleria Aragonese, Privilegiorum vol. I, cc. 186-193, Museo, 99 A 6

Il 27 giugno 1458, qualche anno dopo la pace di Lodi e l’instaurarsi della Lega Italica, Alfonso d’Aragona morì in Castelnuovo, dove aveva dettato, sul letto di morte, il suo testamento, riconfermando quanto aveva già stabilito nel primo parlamento convocato nel Regno nel 1443. Nel testamento si leggono, in qualità di esecutori o testi, i … Continua a leggere

Grazie e capitoli alla città di Pozzuoli Napoli, 26 novembre 1459 Museo, 99 A 5, cc. 5-7

Il Museo attuale dell’Archivio di Stato di Napoli ha sostituito l’antico Museo storico paleografico, istituito da Bartolommeo Capasso alla fine dell’800, il cui materiale è andato quasi completamente distrutto nelle vicende belliche del 1943. Il materiale documentario che rappresenta oggi la raccolta ha provenienza eterogenea: accanto a pochi originali ci sono frammenti di scrittura, copie … Continua a leggere