Filed under 8. Napoli nella seconda età borbonica

Stemma del Regno delle Due Sicilie 21 dicembre 1816 Collezione delle leggi e decreti originali, vol. 114, n. 4069

La blasonatura  del grande  stemma dei Borboni secondo il disegno allegato al decreto 21 dicembre 1816, n. 4069, di definizione dello stemma e dei sugelli reali, è molto complessa;  queste sono le armi di composizione: “1.Castiglia: di rosso, al castello d’oro, torricellato di tre pezzi, merlato alla guelfa, aperto e finestrato d’azzurro 2.Leon: d’argento, al … Continua a leggere

Pianta della Riviera di Chiaia 8 settembre 1824 Litografia con integrazioni manoscritte ad inchiostro, 450×600 (360×525) Reale Officio Topografico,

Gioacchino Murat con decreto del 29 settembre 1814 aveva trasformato la sezione topografica del Ministero di Guerra e Marina in Deposito generale della guerra e marina, con funzione di conservare le carte geografiche del Regno, le carte riguardanti i paesi esteri, soprattutto quelli limitrofi, le migliori opere riguardanti la geografia, l’idrografia, la topografia, la statistica, … Continua a leggere

Macchina idraulica per irrigare i campi. Napoli, 5 settembre 1828 Disegno a inchiostro acquerellato, 37.5×55.3 Ministero dell’Agricoltura, Industria e Commercio, b. 279 / 27

Con l’arrivo dei Francesi a Napoli furono adottati molti provvedimenti atti a favorire il progresso tecnologico nel Meridione, superando le tecniche arretrate diffuse nelle varie manifatture. Risale al 2 marzo 1810 il decreto relativo alla definizione dei privilegi da concedere agli autori di nuove scoperte ed invenzioni in cui è precisato l’iter da seguire per … Continua a leggere